ex rizzoli-1.jpg

Capitolo 1

DEMOLIZIONE EX AREA RIZZOLI VOLTA
ALLA RIQUALIFICAZIONE SOSTENIBILE

L’ambiente è un bene primario che il gruppo Vitali s’impegna a salvaguardare durante le sue attività di demolizione nel pieno rispetto della natura e delle persone. L'azienda è costantemente alla ricerca di soluzioni ecosostenibili e tecnologicamente all'avanguardia per azzerare i rischi ambientali e rispettare l'ambiente in un'ottica di recupero e valorizzazione delle aree da riqualificare.

 

Tutte le attività compiute da Vitali rispettano le specifiche previste da U.S. Green Building Council al fine dell’ottenimento della certificazione Leed (Leadership in energy and environmental design) prevista in fase di progetto.

massimo.jpeg

"Da sempre l'azienda utilizza un approccio sostenibile, da un lato una sostenibilità ambientale finalizzata a implementare pratiche a basso impatto ambientale con un approccio sistemico improntato ai dettami dalla certificazione ISO 14001. Tale attestazione aiuta a gestire, sviluppare e contribuire al pilastro ambientale della sostenibilità favorendo un valore aggiunto per l'ambiente, per l'organizzazione e per le parti interessate. Dall'altro una sostenibilità etica/sociale in ottemperanza alla certificazione SA 8000 quale garanzia e rispetto di tutti gli stakeholder interni ed esterni. Un approccio socialmente responsabile dove il fulcro di tutto sono le persone. Grazie alla valorizzazione delle relazioni Vitali integra i diversi sistemi: sociale, ambientale, ed economico, in un'ottica di miglioramento continuo”

commenta Massimo Vitali presidente di Vitali.

Questo è il caso del progetto Welcome, feeling at work che vede Vitali Spa attualmente impegnata nella fase di demolizione dell'ex-area Rizzoli. Le attività riguardano tutte le strutture come il corpo principale un tempo adibito a uffici di quattro piani più sottotetto e seminterrato in via Rizzoli, il corpo disposto lungo via Cazzaniga composto da due piani fuori terra più seminterrato e sottotetto adibito un tempo ad attività industriali, una serie di edifici che completano l’area in elevazione quali la vecchia centrale termica, l’ex tipografia, l’area stampa, l’area di stoccaggio merci e infine la demolizione delle residuali dell’edificio interrate e le strutture della guardiania lungo via Cazzaniga.

 

"Abbiamo completato le opere di bonifica e di rigenerazione dei materiali. Stiamo completando le attività di demolizione per iniziare le attività di recupero dei materiali derivanti dalle demolizioni stesse. Nella prima fase sono stati recuperati ei materiali ferrosi, plastici e lignei. È una demolizione importante sono circa 400.000 mc; sono impegnati una decina di mezzi ed altrettanti operatori specializzati per le opere di demolizione. Il cantiere è uno tra quelli più rilevanti a Milano e riteniamo sia il simbolo della rigenerazione urbana." commenta Massimo Vitali presidente di Vitali.

Il nuovo edificio progettato da Kengo Kuma & Associates ospiterà uffici, spazi di co-working, negozi e luoghi outdoor/indoor per eventi. Il nuovo immobile sarà un edifico "biofilico", saranno utilizzati materiali e modelli naturali in grado di integrarsi perfettamente con il paesaggio naturale del Parco Lambro.

antonio napoleone.png

"Il progetto mira a diventare un nuovo polo di aggregazione per Milano contraddistinguendosi per la vicinanza al parco penetrando al suo interno. La piazza che sarà situata al centro diverrà un nuovo luogo di aggregazione. Il progetto prevede la piantumazione di un gran numero di alberi con altezze anche di 9 metri."

commenta Antonio Napoleone Presidente di Europa Risorse.